Questo sito si avvale di soli cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni | Chiudi
Mercoled 23 Ottobre 2019
Parrocchia S.Stefano
di Osnago
...una comunità in cammino!
Mappa del Sito Corrispondenza
Home Parrocchia Gruppi Parrocchiali Oratorio Scuola Materna Cine-Teatro Link
Casa Parrocchiale
Chiesa Parrocchiale
Santuario
Centro Parrocchiale
Scuola Materna
Casa di Accoglienza
Circolo Parrocchiale
Edicole alla Madonna

Santuario della B.V. di Loreto

Breve cronistoria


Una piccola cappella campestre, con un affresco dedicato alla Beata vergine di Loreto, realizzato nel 1648 dal pittore Giubino di Monza, esisteva da tempo nella localit detta appunto cappelletta. Forse in precedenza era dedicata a S.Rocco come riporta la mappa del 1611 redatta in occasione della visita alla pieve di Missaglia del cardinale Federico Borromeo.

  • Nel 1714 il marchese Giulio Antonio Lucini, mentre era parroco Gerolamo Novara, finanziava la costruzione di un nuovo oratorio, nel quale venne riportato laffresco della vergine -------- dalla cappella.
  • Del 1723 il paliotto daltare in scagliola, opera di Pietro Solari.
  • Nel 1728 venivano eseguite le quadrature attorno allaffresco dei pittori monzesi Battista Longone e il figlio Antonio.
  • Nel 1713 venivano benedetti i due altari laterali con le tele dedicate ai santi Rocco e Sebastiano e alla Madonna col Bambino, SantAnna e San Giuseppe.
  • Anche sullaltare ci sono due piccole tele dellepoca: Visitazione e Dormitio Virginis.

La singolare struttura delloratorio deriva da lavori di importanti rifacimenti avvenuti nel 1723 (ledificio aveva pochi anni ma gia rischiava di crollare) ad opera dellarchitetto Ambrogio Villa di Missaglia.
Un nucleo centrale circolare delimitato per tre quarti da una serie di quattro colonne ------- che consentivano la presenza di un deambulatorio, sopra il quale stato ricavato un elegante matroneo che si affaccia sullaula. Questa si sviluppa in altezza per una misura pari a una volta e mezza larea del cerchio di base, il quale la misura che detta le proporzioni di tutto il complesso.

Nel Santuario sono custodite altre opere settecentesche:due tele con i ritratti di S.Ambrogio e S.Carlo, una sacra famiglia, un crocifisso con una iscrizione in spagnolo, e opere lignee: due angeli ----------, due confessionali, un mobile di sacrestia.

Il santuario ha avuto importanti restauri nel decennio 1985.1995, mentre la pavimentazione della piazzetta stata completamente ricostruita nel 2002.

Autore del testo
Fabrizio Mavero
 Versione Stampabile 
 Invia questa pagina 
 Commenta questa pagina 
Area Riservata | Privacy | Cookies Policy | Regolamentazione
Parrocchia Santo Stefano | Via S.Anna, 1 | 23875 Osnago (LC) | Tel. e Fax 039 58129 | Codice Fiscale 85001710137
Sala Cine-Teatro don G.Sironi Tel. 039 58093 - 349 6628908